Festa di San Bartolomeo


La Costa è un’antica frazione collinare del comune di Uzzano, al confine con il comune di Buggiano.

Storia

Con l’antico toponimo Agosta, il borgo divenne comune autonomo nel secolo XIII e, successivamente, si fuse con Uzzano dando origine alla Communis Uthani et Agostae. Le cronache raccontano che il castello di Agosta fosse sede di uno spedale per l’accoglienza dei viandanti della collina, dedicato a S. Maria Maddalena. Del castello e dello spedale non è rimasto niente.
 

Testimonianze artistiche

L’unico edificio tuttora esistente dell’antico borgo di Agosta è la romanica Chiesa dei Santi Bartolomeo e Silvestro, forse l’antica chiesa dello spedale, che si raggiunge tramite una ripida mulattiera acciottolata. Costruita nel XIII secolo, è stata più volte modificata prima nell’orientamento (oggi guarda ad est e non più ad ovest come si prescriveva nel Medioevo), poi, nel secolo XVI, è stata rialzata. Il paramento esterno, in pietra arenaria, richiama i principali edifici romanici della Valdinievole (l’Arcipretura di Uzzano, la Pieve di Castelvecchio (Pescia), la Pieve di San Piero in Campo (Montecarlo)). L’interno, trasformato nel XVII secoloin stile barocco, presenta due altari laterali in finto marmo e varie cornici nelle quali sono contenute tele di autori locali. Bello l’affresco quattrocentesco di scuola pistoiese che sorge sulla parete di destra, parzialmente ricoperto dagli stucchi, che raffigura una Madonna in trono con i santi patroni della chiesa. Ai lati dell’altare maggiore, due statue quattrocentesche raffiguranti San Bartolomeo e San Silvestro. Dietro l’altare, il coro ligneo seicentesco.
Ai lati della chiesa, sorgono la sede della Compagnia del SS. Sacramento e la vecchia casa canonica. La Costa, infatti, ha avuto il suo parroco fino al 1959, nella persona di Don Pietro Luporini. Alla morte del parroco, la Rettoria fu affidata all’Arciprete di Uzzano e, con il concordato del 1984, la parrocchia fu definitivamente accorpata a quella dei Santi Jacopo e Martino del Castello.

Attività culturali e ricreative

Dopo anni di abbandono, la frazione de La Costa e la sua chiesa hanno ritrovato nuova vita. Dal 1995, infatti, il comitato Amici di S. Bartolomeo ha riaperto l’edificio sacro al culto, l’ha sottoposto a restauri e anima il piccolo borgo collinare con iniziative che richiamano gente da tutta la Valdinievole. È stata rifondata la Compagnia e sono state rilanciate le antiche tradizioni religiose. (Fonte Wikipedia)
 

 

Giovedi 24 Agosto dalle ore 16,30 in poi

La Venerabile Compagnia della Costa con il patrocinio del Comune di Uzzano Vi invita alla 11^ edizione della
 
 

Festa di San Bartolomeo

Programma:

Ore 16,30 – Giochi per bambini e ragazzi

Mercatino artigianale
Meranda e Cocomero per tutti

Ore 18,00 – SS. Messa

Benedizione dei bambini
lancio palloncini

Ore 19,00 – Storica gara: “Lancio del Cocomero”

Ore 20,00 – Gran Buffet co l’Autore

 
 
Giampiero Giampieri presenta il suo libro “La Vigilia di San Bartolomeo”
Una Fiaba della Costa

Info:
Tel. 0572 451373 Cell. 339 50 18 382
Email:  disperati@alice.it
 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *