063 (Large)
 
Una piacevole camminata nel verde, ammirare delle grotte uniche a contatto con i pipistrelli e luoghi come le vecchie Cave ora in abbandono ma che rappresentano la storia del nostro territorio e le nostre tradizioni, per non parlare dei tramonti e dei suggestivi panorami che passo dopo passo si presentano ai nostri occhi.
 

Si lascia alle nostre spalle l’abitato di Pieve a Nievole di cui vediamo il maestoso ed elegante Campanile della Chiesa dei SS. Pietro e Marco Evangelista
Si percorre questo bellissimo viale alberato come vediamo nella foto,  per iniziare il percorso dell’itinerario di Poggio alla Guardia.
Un ambiente collinare di grande interesse, con notevoli punti panoramici.
 

Ci sono, infatti, affioramenti di rocce calcaree e un uso del suolo limitato che fa sì che questa collina si presenta in modo molto diverso rispetto agli altri rilievi circostanti. Per non parlare della splendida copertura arborea.

Lungo il percorso, il Comune di Pieve a Nievole ha predisposto una apposita cartellonistica che spiega la presenza della Chirotterofauna (pipistrelli) che trova sul Poggio alla Guardia importanti rifugi invernali nelle cave, mentre nel periodo primaverile fioriscono a Poggio alla Guardia orchidee spontanee e altre interessanti specie erbacee.

Immagini della bella campagna che troviamo lungo l’itinerario del Poggio alla Guardia che da Pieve a Nievole sale la collina fino nelle vicinanze del colle di Montecatini Alto
 

e lungo Via Tanelli dove si trova il famoso Ponte di Dante.
 
 

Ritorniamo verso Pieve a Nievole, rivediamo il Campanile con sullo sfondo il Colle di Monsummano Alto
019 (Large)
e se e’ prossimo il tramonto del Sole e la serata lo permette possiamo ammirare uno spettacolo  come vediamo in queste immagini

Buona camminata… e arrivederci  in Valdinievole, a presto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *