Riserva naturale “Righetti”

 
 
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio: liberazione di tre esemplari
di Airone cenerino curati dal centro Semia di Montespertoli.
 

 
Nei giorni scorsi il Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del
Padule di Fucecchio Onlus ed il Centro Toscano Recupero Avifauna
Selvatica di Empoli hanno liberato nella Riserva Naturale de Le Morette
alcuni aironi cenerini curati dal Centro Recupero “Semia” di Montespertoli.
Il Semia è un centro gestito dalla veterinaria Donatella Gelli,
ricercatrice dell’Università di Padova, che ospita e cura gli animali in
difficoltà; da qui passano volpi, cervi, caprioli, cinghiali, ricci,
tartarughe, pipistrelli, istrici ed uccelli che una volta ristabiliti
vengono reintrodotti in natura.
 

(Foto Francesco Rossi)


Per questa liberazione il Semia ha scelto il Padule di Fucecchio in
virtù della presenza di una grande colonia di aironi, ai quali i tre
esemplari liberati dopo mesi di attente cure dei volontari si potranno
unire, ma soprattutto per le condizioni ambientali particolarmente
favorevoli dell’area protetta.
 
 

Riserva Naturale Le Morette (foto Enrico Zarri)


 
 
Nonostante il periodo di siccità infatti le due aree della Riserva
Naturale (Le Morette e Righetti) sono le uniche parti in tutta l’area
umida ancora parzialmente allagate, grazie alla costante opera di
monitoraggio e gestione dei livelli idrici effettuata dal personale del
Centro RDP Padule di Fucecchio.
Quella degli aironi cenerini è stata una liberazione “tecnica”, senza
presenza di pubblico, ma chi è interessato potrà assistere ad una
liberazione di rapaci notturni curati dal CETRAS, in programma nella
serata di sabato 15 luglio nell’ambito di una visita all’area naturale
protetta di Arnovecchio.
Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare il Centro RDP
Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, email
fucecchio@zoneumidetoscane.it) o visitare le pagine web
www.paduledifucecchio.eu

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *