166 (Medium)Venerdi 23 Ottobre 2015

invito
 
Venerdì 23 ottobre 2015 ore 18.30 a Pescia presso il Palazzo del Palagio, Sergio Gori e
Athos Ferrari, titolari dell’Agenzia Axa Assicurazioni di Pescia, organizzano e
sponsorizzano questo evento socio-culturale.
Sarà infatti presentato il libro di poesie “Da piccolo volevo fare il calciatore” scritto da
Alessandro Tatti e il cui ricavato andrà a favore della Onlus “Stefano Turchi” per la ricerca
sulla SLA.
La manifestazione ha il Patrocinio del Comune di Pescia, del Panathon e dell’AISLA onlus (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica).
Alla serata interverranno un rappresentante del Comune di Pescia, i referenti
di AISLA di Pistoia e Prato, Daniela Morandi e Enzo Balli, Il Governatore della
Toscana del Panathlon, Sig. Rinaldo Giovannini e Responsabile di Area Toscana/Umbria
di Axa Assicurazioni Carlo Pelliccioni.
Saranno presenti anche vari personaggi del mondo dello Sport , quali Gabriele Magni,
Claudio Desolati, Fabrizio Berni, Gianluca Berti, Andrea Bellini, Mario Faccenda,
Paride Milianti ecc.
Il libro, come racconta Alessandro Tatti, nasce dell’incontro avvenuto tra lo stesso autore
e Stefano Turchi nel giugno del 2012, durante una partita di calcio a scopo benefico in suo
favore allo stadio di Pistoia.
Quel giorno fatidico, con un pubblico numeroso a fare degna cornice al match benefico, Tatti
insieme a altri ex calciatori come lui, alcuni anche famosi (Carobbi, Mareggini, Berti ecc.),
mentre Stefano Turchi si era seduto in panchina accanto all’ex-calciatore ed ex allenatore
Piero Lenzi “con gli occhi di un bambino che vede una giostra per la prima volta”.
Il seguito lo racconta Tatti: “…. In preda all’emozione mi avvicinai e mi sedetti vicino a quella
figura così apparentemente indebolita ma allo stesso tempo così forte! Mi sono presentato con
una certa timidezza e quindi gli ho proposto un modo per poter sostenere la Fondazione.
Già da tempo avevo nel cassetto le mie storie in rima, degli amici mi esortavano a farle
pubblicare ed è allora che ho deciso: tutto ciò che sarebbe derivato dall’edizione del libro
doveva essere devoluto all’Onlus di Stefano Turchi e ciò è accaduto!…”.
E’ doveroso ricordare che Stefano Turchi è nato a Pistoia, ha 45 anni e da sei è affetto da
S.L.A. Calciatore di fama, è stato una seconda punta veloce e tempista, ha militato in club
gloriosi come Pesaro, Prato e Ancona dove si è sempre distinto per impegno, correttezza e serietà.
Attualmente vive a Bergamo con la moglie e una figlia di 14 anni, si cura in un centro specializzato locale e gli è stato riconosciuto un sussidio, ma le spese che deve sostenere per
combattere la malattia sono molto importanti e gravano parecchio sul bilancio familiare.
 

Sabato 24 Ottobre 2015

 
“I segni dimenticati”
 
Sabato 24 Ottobre ore 17,30
 
Gipsoteca Libero Andreotti
Palazzo del Palagio – Pescia
 
Il Gars (Gruppo Autonomo Ricerche Scientifiche) in collaborazione con Le Notti dell’archeologia ed il patrocinio del Comune di Pescia, presenta Giancarlo Sani ne “I Segni dimenticati”.
 
Nella prima parte sarà tenuta una conferenza con immagini dei siti con incisioni rupestri della montagna.
 
Nella seconda parte, sarà proiettato “La vertigine del tempo”, un film di Andrea Gobetti e Tommaso Biondi.
 
058

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *