Newsletter sulle attività del Centro di Ricerca, Documentazione e
Promozione del Padule di Fucecchio Onlus

 
 
 
 

VISITA BIRDWATCHING NELL’AREA RIGHETTI
Mercoledì 25 aprile,  ore 16-19
L’Area Righetti, che costituisce la parte più settentrionale della
Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, conserva elementi di grande
interesse paesaggistico e naturalistico, grazie alle cure prodigate per
decenni dall’Ing. Gaetano Righetti e poi dal Consorzio di Bonifica, che
ne ha acquisito la proprietà; proprio per questo è possibile visitarla
solo in compagnia di Guide esperte, che sappiano come ridurre al minimo
ogni disturbo alla flora e fauna protette.
Anche in questa parte della Riserva Naturale sono stati effettuati negli
ultimi anni grandi interventi di manutenzione e ripristino ambientale,
ed in particolare sono stati creati specchi d’acqua, dotati anche di due
osservatori faunistici, che ospitano durante la migrazione primaverile
una grande varietà di uccelli acquatici.
Nell’Area Righetti sono anche presenti due piccole colonie riproduttive
di aironi e cormorani: dagli osservatori è possibile vedere a distanza
con il cannocchiale i nidi e seguire le varie fasi della nidificazione.
Difficoltà: nessuna.
Attrezzatura: stivali di gomma o scarponcini da trekking, binocolo.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).
Il programma completo delle visite primaverili è su
www.paduledifucecchio.eu
PRESENTAZIONE DELLA NUOVA GUIDA DEL PADULE
Biblioteca San Giorgio di Pistoia, Auditorium Terzani
Venerdì 27 aprile, ore 17
La Sezione Soci Unicoop di Pistoia e il Centro RDP Padule di Fucecchio
Onlus insieme per far conoscere meglio ai pistoiesi, dopo l’anno in cui
la città è stata la Capitale Italiana della Cultura, anche le ricchezze
naturalistiche del territorio.
Venerdì 27 aprile alle ore 17 presso la Biblioteca San Giorgio è in
programma la presentazione della nuova “Guida del Padule di Fucecchio –
natura, storia, tradizioni, itinerari” e del sistema cartografico
interattivo “Alla scoperta della Valdinievole”.
L’evento, che si terrà nell’Auditorium Terzani della San Giorgio, è
inserito nel ciclo primaverile di “Leggere, raccontare, incontrarsi”,
una serie di incontri finalizzati alla promozione della conoscenza di
autori e storie di Pistoia.
In calendario anche un mini-trekking urbano (sabato 5 maggio, ore 9) con
una Guida Ambientale del Centro: fra Piazza della Resistenza e la Brana,
alla scoperta delle piante e degli animali che hanno scelto di convivere
felicemente con l’uomo.
In particolare la visita sarà dedicata alla “città degli aironi” che
costituisce una fra le emergenze naturalistiche di Pistoia: una piccola
colonia di Airone cenerino che si è insediata sui grandi cedri del parco
in pieno centro cittadino.
Dal 20 aprile al 5 maggio presso il punto vendita di Pistoia viale Adua
verrà allestita anche una piccola mostra fotografica a tema.
Info Sezione Soci (057334615, sez.pistoia@socicoop.it) o Centro RDP
Padule di Fucecchio Onlus (0573/84540, fucecchio@zoneumidetoscane.it).

IL PADULE DI NOTTE
Venerdì 27 aprile, ore 18,30-21,30
Nei mesi primaverili il Centro organizza nell’area de Le Morette anche
escursioni all’ora del tramonto (ed oltre), particolarmente suggestive e
adatte anche alle famiglie con bambini, che consentono di apprezzare
momenti ed aspetti insoliti della palude.
La parte iniziale è dedicata al birdwatching: grazie ai potenti
cannocchiali ed alla consulenza delle Guide del Centro sarà possibile
osservare ed imparare a riconoscere aironi, anatre, falchi di palude e
tante altre specie che frequentano l’ambiente palustre.,
L’escursione continua anche dopo il calare del sole, quando
l’affievolirsi delle condizioni di visibilità è compensato dalla
moltitudine di suoni emessi dalle tante creature della palude: dai canti
dei piccoli passeriformi del canneto, come il Cannareccione e la
Cannaiola, che al calare del sole si fanno più intensi, al crepuscolare
richiamo del Tarabusino, simile ad un abbaio roco, alla voce gracchiante
delle Nitticore, aironi notturni che nidificano numerosi in grandi
colonie, le cosiddette “garzaie”.
Ormai a buio, si fa a ritroso il percorso naturalistico attraversando il
Bosco di Chiusi, dove si possono sentire ed imparare a riconoscere i
canti di varie specie di rapaci notturni come la Civetta, l’Allocco, il
Gufo comune (che a dispetto del nome è abbastanza raro) e l’Assiolo.
Difficoltà: nessuna, percorso pianeggiante di circa 3 km fra andata e
ritorno.
Attrezzatura: scarponcini da trekking e una piccola torcia elettrica.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).
Il programma completo delle visite primaverili è su
www.paduledifucecchio.eu

LA VEGETAZIONE DEL COLLE DI MONSUMMANO
Un angolo di Mediterraneo nella Toscana interna.
Incontro con Alessio Bartolini
Sabato 28 aprile 2018, ore 16 al Museo della Città e del Territorio
Durante l’incontro il relatore Alessio Bartolini del Centro RDP Padule
di Fucecchio ci condurrà alla scoperta della flora e della vegetazione
del Colle di Monsummano, che presentano caratteristiche che lo
differenziano nettamente dagli altri rilievi del Montalbano.
L’orogenesi e la natura geologica del Colle vedono l’affioramento su
ampie parti del rilievo di substrati rocciosi ascrivibili alla
cosiddetta “serie toscana” delle deposizioni calcaree.
La presenza di macchia di sclerofille sempreverdi e di altre espressioni
della vegetazione mediterranea è infatti riconducibile alle
caratteristiche edafiche del Colle.
L’incontro prevede una descrizione delle varie tipologie di vegetazione
ed una presentazione degli elementi floristici più caratteristici della
steppa, della gariga, della macchia e del bosco, associate ad una
trattazione dei motivi di origine antropica per i quali è possibile
incontrare nello spazio di poche decine di ettari tutti questi habitat.
Una nota particolare sarà dedicata alle numerose orchidee spontanee che
vegetano sul Colle di Monsummano: anche in questo caso saranno
presentate le specie più caratteristiche.
Infine sarà fatto un cenno anche alla fauna, con particolare riferimento
agli uccelli rupicoli, che sfruttano la presenza di pareti artificiali
derivate da pregresse attività estrattive, ed ai passeriformi legati
alla macchia mediterranea.
L’incontro, ad ingresso libero, si terrà presso il Museo della Città e
del Territorio di Monsummano Terme; i partecipanti potranno anche
visitare gratuitamente la mostra fotografica in corso “Natura in
Valdinievole: le gemme del Padule e del Montalbano”.
L’incontro rientra nell’ambito del progetto “Natura & Cultura –
Ambiente, storia e tradizioni del Padule di Fucecchio e dintorni” che
prevede da marzo a giugno un ciclo di incontri con esperti
sull’ambiente, la storia e le tradizioni locali della Valdinievole.
Il progetto, nato dalla collaborazione fra il Centro RDP Padule di
Fucecchio e il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme, è
finanziato dalla Fondazione CARIPT sul bando 2017 “Eventi e attività
culturali” con il cofinanziamento del Comune di Monsummano Terme.
Per informazioni: Museo della Città e del Territorio tel.
0572/959500–954463, email museoterritorio@comune.monsummano-terme.pt.it;
Centro RDP Padule di Fucecchio, tel. 0573/84540, email
fucecchio@zoneumidetoscane.it
Il programma completo degli incontri “Natura & Cultura” è su
www.paduledifucecchio.eu

VISITA SUL COLLE DI MONSUMMANO
Domenica 29 aprile, ore 9-12
Un itinerario botanico alla scoperta delle fioriture delle orchidee
selvatiche e delle piante della macchia mediterranea.
Nell’ambito della dorsale del Montalbano, il Colle di Monsummano
costituisce una notevole emergenza per gli aspetti geologici,
faunistici, floristici e vegetazionali; la struttura geomorfologica, con
la parte esposta a sud ricoperta dalla macchia mediterranea, e la
presenza di ambienti rocciosi di grande estensione (le cave abbandonate)
ad una quota molto bassa offrono infatti a piante e animali un habitat
assolutamente inconsueto per le nostre zone.
La lussureggiante macchia mediterranea è dominata da arbusti sempreverdi
come il Mirto, il Laurotino, l’Alaterno e la Fillirèa, fra i quali in
questo periodo spiccano le candide fioriture del cisto e di alcune delle
orchidee spontanee che costituiscono un’altra importante peculiarità
botanica del Colle di Monsummano; qui si può osservare nell’arco
dell’anno un numero di specie che non trova riscontro in nessun’altra
parte del Montalbano.
Per quanto non raggiungano le dimensioni delle ben più note orchidee
tropicali, quanto a bellezza le specie nostrane non hanno niente da
invidiare alle cugine esotiche; il loro fascino tuttavia non deriva solo
dalle notevoli qualità estetiche, o dall’aspetto decisamente bizzarro di
alcune di esse, ma anche dalla particolare ecologia di queste piante,
fra le più evolute del regno vegetale.
Dal punto di vista naturalistico, una visita sul Colle di Monsummano
offre buone opportunità anche per gli appassionati di birdwatching; non
mancano infatti occasioni di incontro con l’avifauna della macchia e
degli ambienti rocciosi, come il Passero solitario (caro a Leopardi), ma
anche il falco Pellegrino, il Corvo imperiale ed altre specie.
Difficoltà: l’escursione non presenta particolari difficoltà tecniche ma
può essere faticosa per il dislivello in salita.
Attrezzatura: scarponcini da trekking e una scorta d’acqua.
Quota di adesione: € 6,00 (€ 4,00 fino a 18 anni).
Il programma completo delle visite primaverili è su
www.paduledifucecchio.eu
ORARI DI APERTURA
APERTURE DEL CENTRO VISITE E DELL’OSSERVATORIO
Grazie alla disponibilità del personale e dei collaboratori del Centro
RDP Padule di Fucecchio e dei volontari dell’Associazione Amici del
Padule di Fucecchio, vengono assicurate anche nel mese di aprile le
aperture del Centro Visite di Castelmartini  e dell’osservatorio
faunistico de Le Morette.
Il Centro Visite è aperto al pubblico il sabato con orario 14,30-17,30 e
la domenica e festivi (Pasquetta, 25 aprile) con orario 9-12 e
14,30-17,30 (gli altri giorni su prenotazione).
L’osservatorio faunistico è accessibile autonomamente con il percorso Le
Morette (vedere il percorso), ma per raggiungerlo potrebbero essere
necessari STIVALI DI GOMMA AL GINOCCHIO.
La visita del Centro e quella autonoma all’osservatorio sono libere, e
non occorre prenotazione.
Info
https://www.zoneumidetoscane.it/it/aperture-del-centro-visite-e-dellosservatorio

APERTURE DELL’AREA NATURALE PROTETTA DI ARNOVECCHIO
L’area di Arnovecchio del Comune di Empoli è dotata di un sentiero
natura con strutture che facilitano l’osservazione di piante ed animali
selvatici e concepito per una completa accessibilità anche da parte di
persone con difficoltà motorie o non vedenti.
Dal 2016 l’area naturale protetta di Arnovecchio è gestita dal Centro di
Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio Onlus, per
conto del Comune di Empoli, che garantisce l’apertura nei fine
settimana, oltre che per eventi e visite guidate.
Nel mese di aprile l’area è aperta il sabato con orario 15,30-18,30 e la
domenica con orario 9-12, sempre ad ingresso libero; il sabato alle
16,30 e la domenica alle 10, per tutti gli interessati, è prevista anche
una visita guidata gratuita.
Info https://www.zoneumidetoscane.it/it/arnovecchio-area-naturale-protetta
MOSTRA “NATURA IN VALDINIEVOLE”
Le gemme del Padule e del Montalbano
24 marzo – 9 settembre 2018
Il Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme e il Centro
RDP Padule di Fucecchio Onlus, cpon il contributo della Fondazione
CARIPT, organizzano la mostra fotografica “Natura in Valdinievole”
costituita da trenta immagini di grande formato di Gino Santini e Paolo
Caciagli che mostrano le “gemme” del Padule di Fucecchio e del
Montalbano: gli uccelli della palude ed i fiori più caratteristici delle
colline.
Per informazioni sulla mostra e sugli orari di visita: Museo della Città
e del Territorio 0572 959500 – 954463
museoterritorio@comune.monsummano-terme.pt.it.
COME AIUTARE IL CENTRO
NATURA IN CITTA’: PROGETTO “SOSTENIAMO LE PASSIONI” A MONTECATINI TERME
E’ partito il progetto “Sosteniamo le Passioni” sulla natura in città
che coinvolge il Comune di Montecatini Terme, i tre supermercati CONAD
di Montecatini e il Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus.
Il progetto prevede il posizionamento di pannelli informativi su
ambiente, flora e fauna, in corrispondenza dei punti di maggior
interesse, lungo i percorsi trekking di Montecatini Terme e Montecatini
Alto.
Fino al 31 maggio 2018 in ciascun punto vendita CONAD di Montecatini
Terme a tutti i clienti che faranno la spesa con Carta Insieme verrà
attribuito un “PUNTO CUORE” ogni 10 euro di spesa.
Al raggiungimento di 35 punti cuore si potrà ritirare (entro il 30
giugno) un “BUONO CUORE” del valore di 2,50 euro da donare al Centro
(entro il 30 luglio) per la realizzazione del progetto a Montecatini.
Presso i tre punti vendita CONAD cittadini (via Pistoiese, via Bassi e
via Toti) troverete anche un box “Sosteniamo le passioni” in cui
depositare i vostri buoni cuore per farli arrivare al Centro.
Un piccolo gesto che non costa niente a chi fa la spesa e che aiuterà a
far conoscere meglio ai turisti in visita (e agli stessi cittadini) le
ricchezze naturalistiche e paesaggistiche di Montecatini.
UN CONTRIBUTO PER IL CENTRO
Fai una donazione e scegli di destinare il 5 per mille per le attività
dell’associazione
Tutti possono sostenere il Centro partecipando o collaborando alle varie
iniziative, acquistando le pubblicazioni e gli altri materiali
promozionali, destinando il 5 per mille all’associazione o dando un
contributo economico.
Info
https://www.zoneumidetoscane.it/it/un-contributo-il-centro-padule-di-fucecchio-onlus

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *