(Foto Alessio Bartolini)


Riserva Naturale del Padule di Fucecchio: dopo il grande successo dell’Open Week (1400 visitatori) prosegue da maggio a luglio il calendario delle visite guidate primaverili.

(Cavalieri d’Italia – Foto Enrico Zarri)


Dopo il grande successo delle attività organizzate nell’ambito dell’Open Week della Valdinievole, che hanno coinvolto 1400 persone, il Centro RDP Padule di Fucecchio Onlus propone anche per i mesi di maggio-luglio un ricco calendario di escursioni.
Per tutta la durata dell’Open Week (15-17 e 22-25 aprile), grazie alla disponibilità dei collaboratori e volontari, l’associazione ha garantito l’apertura del Centro Visite di Castelmartini e dell’osservatorio faunistico de Le Morette, dando un’ottima accoglienza a quasi 1200 visitatori ed offrendo al tempo stesso un importante punto di promozione per le varie opportunità offerte dal territorio circostante.
Inoltre il Centro, in collaborazione con i Comuni di Monsummano Terme, Larciano e Pieve a Nievole, ha organizzato visite guidate (in qualche caso con degustazioni) nella Riserva Naturale del Padule di Fucecchio (aree Le Morette e Righetti), a Poggio alla Guardia, Montevettolini e Larciano Castello, e due laboratori sulle erbe palustri al Museo della Città e del Territorio, per un totale di circa 200 partecipanti.
A grande richiesta, prosegue quindi il calendario delle visite primaverili nel Padule di Fucecchio e negli ambienti vicini, che comprende da maggio agli inizi di luglio altri 17 eventi che si vanno ad aggiungere ai 30 già programmati da febbraio ad aprile.
Si inizia domenica 7 maggio (ore 9-12) con una visita guidata nel Lago di Sibolla che è da considerare, dal punto di vista floristico, uno dei più importanti biotopi palustri della Toscana; la visita offre spunti interessanti anche per gli appassionati di birdwatching dato che negli ultimi anni, con l’istituzione dell’area protetta, sono aumentate anche le presenze di uccelli acquatici e sulle rive del lago si è insediata una colonia di aironi.
 

Venerdì 12 maggio è previsto invece il secondo appuntamento dell’anno con “Il Padule di notte”, una escursione all’ora del tramonto (ed oltre), particolarmente suggestiva e adatta anche alle famiglie con bambini, che consente di apprezzare momenti ed aspetti insoliti della palude.
 

La parte iniziale è dedicata alla visita dell’area Le Morette,  poi si fa a ritroso il percorso naturalistico attraversando il Bosco di Chiusi, dove si possono sentire ed imparare a riconoscere i canti di varie specie di rapaci notturni come la Civetta, l’Allocco, il Gufo comune (che a dispetto del nome è abbastanza raro) e l’Assiolo.
Nelle settimane successive sono in programma altre visite nel Padule di Fucecchio (vari percorsi naturalistici e storico-ambientali), ma anche sul Montalbano (Colle di Monsummano, lecceta di Pietramarina, San Baronto e il Barco mediceo).
Oltre alle visite, eventi ormai classici come “Il giorno della cicogna”, che fra la fine di maggio e l’inizio di giugno vedrà due diverse date a Quarrata e Monsummano Terme, e la “Festa del Sarello” (mese di luglio) a Castelmartini.
Le visite sono aperte a tutti, tramite una piccola quota di partecipazione, e sempre condotte da una Guida Ambientale Escursionistica; informazioni e prenotazioni presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, e-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it), programma completo su www.paduledifucecchio.eu

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *