Padule di Fucecchio: un articolo sulla prestigiosa rivista Bell’Italia in edicola nel mese di Aprile

 
 
La prestigiosa rivista Bell’Italia dedica un ampio spazio, nel numero di
aprile, alla natura protetta del Padule di Fucecchio raccontata dalla
giornalista Caterina Gromis di Trana e dal fotografo Andrea Pistolesi.
 

Bell’Italia è una rivista di turismo culturale che racconta con ampi
articoli, splendide fotografie e illustrazioni esclusive le meraviglie
della Penisola, dai borghi ai paesaggi, dai palazzi ai musei, ai centri
storici, dalle delizie dell’enogastronomia all’ospitalità d’eccellenza;
la sua missione è scovare le bellezze nascoste del nostro Paese,
fornendo ogni mese tanti spunti di viaggio, con tutte le informazioni
pratiche per organizzarlo.
 

 
Nel mese di marzo la redazione di Bell’Italia ha contattato il Centro
RDP Padule di Fucecchio che in tempi brevissimi è riuscito ad
organizzare per la giornalista un tour nell’area protetta e in alcuni
centri vicini, fornendo tramite il proprio personale assistenza
logistica e consulenza scientifica sull’ambiente, la storia e le attività tradizionali.
Le Guide del Centro hanno accompagnato Caterina Gromis nella Riserva
Naturale, mostrando la ricchezza dei paesaggi e della fauna in un
momento, quello della migrazione primaverile, particolarmente favorevole
per l’osservazione degli uccelli acquatici.
 

Sgarza Ciuffetto (Foto di Alessio Bartolini)


La giornalista, che è anche una biologa esperta di aree umide e di
gestione della fauna, ha particolarmente apprezzato, come si vede
dall’articolo che invita con entusiasmo a visitare quello che viene
definito un “giardino ecologico” di prati, boschi e canneti.
In particolare Bell’Italia propone ai lettori il percorso de Le Morette,
dal Centro Visite di Castelmartini all’osservatorio faunistico dell’area
protetta, sempre accessibile e frequentato da amanti della fotografia,
del birdwatching e delle passeggiate nel verde.
 

Ponte di Cappiano (Foto di Enrico Zarri)


Una parte importante, visto il target della rivista, è dedicata alla
storia del Padule, dai Medici e Lorena fino all’Eccidio: in questo caso
il Centro ha messo in contatto Caterina Gromis con Alberto Malvolti, uno
dei massimi conoscitori della storia locale.
Completa l’articolo la pagina “come dove quando” che oltre a dare
indicazioni per la visita propone alcune località nei dintorni, come il
Museo della Città e del Territorio di Monsummano Terme, Montecatini con
le Terme del Tettuccio visitabili nell’Open Week, il museo e la casa
natale di Leonardo a Vinci, la Biblioteca e le Stanze di Montanelli a
Fucecchio.
Rinaldo Vanni, Presidente del Centro RDP Padule di Fucecchio, sottolinea
come “ancora una volta, grazie alla continua ed insostituibile opera di
divulgazione e comunicazione delle ricchezze storiche e naturalistiche
del Padule, il Centro riesce a suscitare l’interesse di una delle
riviste più importanti nel settore turistico, contribuendo in maniera
significativa alla promozione a livello nazionale non solo  dell’area
umida ma anche del territorio circostante.”
Per informazioni è possibile rivolgersi presso il Centro R.D.P. Padule
di Fucecchio (tel. 0573/84540, e-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it); il
programma completo delle visite è disponibile sulle pagine web
www.paduledifucecchio.eu

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *