Gioielli nascosti:

la conservazione delle piante acquatiche del Padule di Fucecchio.

 
 
Gioielli nascosti: la conservazione delle piante acquatiche del Padule
di Fucecchio. Domenica 30 giugno (ore 16-19) le piante in mostra al
Centro Visite di Castelmartini.
 

Nell’ambito di “Botanicum: un viaggio tra le erbe selvagge”, mostra
fotografica di Marina Masini allestita fino al 30 giugno presso il
Centro Visite di Castelmartini, è in programma un evento sulla tutela
delle piante acquatiche.
“Gioielli nascosti” è una iniziativa volta a far conoscere le piante
acquatiche del Padule di Fucecchio e l’attività di conservazione che il
Centro di Ricerca sta portando avanti da oltre 20 anni per scongiurare
l’estinzione a livello locale di molte di esse.
 

Gioielli nascosti perché, ad eccezione delle ninfee, da tutti
conosciute, le piante acquatiche sono spesso di piccole dimensioni e
poco note al pubblico: molte di esse si sviluppano sotto la superficie
dell’acqua, mentre altre sono legate ad habitat rari, come le torbiere.
Non di meno la presenza di queste piante ha una influenza elevatissima
su molte altre componenti biotiche dell’ecosistema palustre: dagli
invertebrati acquatici a pesci come la tinca ed il luccio, che
prediligono gli habitat costituiti da praterie sommerse di miriofilli e
potamogeti.
 

 
A causa di un ampio ventaglio di fattori di origine antropica le piante
acquatiche sono complessivamente in drammatico declino e numerose specie
sono oramai estinte a livello locale.
 
Grazie alla collaborazione di esperti botanici ed appassionati il Centro
di Ricerca ha monitorato la presenza di idrofite nel Padule di
Fucecchio, nel Lago di Sibolla e nei “vallini” delle Colline delle
Cerbaie, attivando progetti di conservazione con vari altri soggetti di
ricerca (Università di Pisa, Scuola Normale S. Anna di Pisa, Orto
Botanico di Pisa, Istituto Agrario di Pescia).
Oggi l’associazione è impegnata nel delicato compito di mantenere in
coltivazione (in acquari e mastelli) varie specie in grave pericolo o
addirittura già estinte localmente in natura.
Domenica 30 giugno (ore 16-19) queste piante saranno esposte al pubblico
e tutti gli interessati potranno partecipare a visitae guidate
all’Idrofitario del Padule di Fucecchio realizzato nel Parco del Centro
Visite della Riserva Naturale; sarà esposto anche il prezioso erbario
del Padule di Fucecchio custodito dal Centro.
L’evento, ad ingresso libero e senza prenotazione, è organizzato dal
Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio
Onlus in collaborazione con l’associazione Amici del Padule di Fucecchio.
Informazioni presso il Centro RDP Padule di Fucecchio: tel. 0573/84540,
email fucecchio@zoneumidetoscane.it, pagine web www.paduledifucecchio.eu
 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *