Domenica 23 Aprile – ore 15,00

il percorso di Poggio alla Guardia

 
 
 

La citta’ dei pipistrelli: Poggio alla Guardia e dintorni

Poggio alla Guardia, un ambiente collinare di grande interesse, con notevoli punti panoramici, per il quale è stata proposta dal Comune di Pieve a Nievole l’istituzione di un’Area Naturale Protetta.

Per l’esposizione, gli affioramenti di rocce calcaree e un uso del suolo limitato questa collina si presenta molto diversa rispetto agli altri rilievi circostanti; una copertura arborea quasi immacolata rende il Poggio alla Guardia davvero prezioso da un punto di vista naturalistico ed ecologico.

La cartellonistica lungo il percorso, predisposta dal Comune di Pieve a Nievole, documenta anche altre peculiarità naturalistiche legate soprattutto alla Chirotterofauna (pipistrelli) che trova sul Poggio alla Guardia importanti rifugi invernali nelle cave, la presenza delle quali testimonia anche una attività storica di estrazione del calcare.

Inoltre nel periodo primaverile fioriscono a Poggio alla Guardia orchidee spontanee e altre interessanti specie erbacee. Il percorso sentieristico permette di arrivare al colle di Montecatini Alto visitando la campagna tradizionale caratterizzata dal coltivazioni promiscue e toccare il celebre “Ponticin di Dante” a cui è legata la leggenda e la storia del luogo;

vuole la tradizione che il Sommo Poeta abbia atteso proprio su questo ponte di conoscere l’esito di una delle battaglie tra le due opposte fazioni dei Guelfi e Ghibellini che all’epoca infiammavano anche questa zona. Il percorso ad anello, della lunghezza totale di circa 5 km, non ha particolari difficoltà tecniche, ma presenta un dislivello in salita di circa 230 metri; consigliata una scorta d’acqua e scarponcini da trekking.

Due ore di cammino per ammirare il verde, delle grotte uniche dove stare a contatto con i pipistrelli e i luoghi cari a Dante Alighieri. Sono questi i punti caratteristici del percorso di “Poggio alla Guardia”, un ambiente collinare di grande interesse, con notevoli punti panoramici. Ci sono, infatti, affioramenti di rocce calcaree e un uso del suolo limitato che fa sì che questa collina si presenta in modo molto diverso rispetto agli altri rilievi circostanti. Per non parlare della splendida copertura arborea.Lungo il percorso, il Comune di Pieve a Nievole ha predisposto una apposita cartellonistica che spiega la presenza della Chirotterofauna (pipistrelli) che trova sul Poggio alla Guardia importanti rifugi invernali nelle cave, mentre nel periodo primaverile fioriscono a Poggio alla Guardia orchidee spontanee e altre interessanti specie erbacee.Il percorso, immancabilmente, toccherà anche il celebre “Ponticin di Dante” a cui è legata la leggenda e la storia del luogo. La tradizione vuole che il Sommo Poeta abbia atteso proprio su questo ponte di conoscere l’esito di una delle battaglie tra le due opposte fazioni dei Guelfi e Ghibellini che all’epoca infiammavano anche questa zona.

Il trekking a Pieve a Nievole rientra fra gli appuntamenti dedicati agli itinerari all’interno del programma della prima Open Week della Valdinievole. Nello specifico, l’escursione è prevista per domenica 23 aprile alle ore 15 con ritrovo in via della Libertà (di fronte alle scuole medie). Per partecipare è necessaria la prenotazione: fucecchio@zoneumidetoscane.it o +39 0573/84540.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *