Martedi 17 – ore 21,15

Presentazione del libro

“UNIVERSAL DESIGN 1″ in Biblioteca

 
Per il ciclo Monsummano …Incontri culturali”, martedì 17 dicembre 2019, alle ore 21.15, nella sala Walter Iozzelli della Biblioteca comunale “Giuseppe Giusti”, Elena Sinimberghi, Assessore alla Cultura del Comune di Monsummano Terme, presenterà il libro “UNIVERSAL DESIGN 1. Per un Umanesimo di Luce: spazi, luoghi e dimensioni di Giustizia e Pace” di Gianluca Fedi, Pagnini Editore 2019. Interverrà Luca Innocenti.
Il libro si presenta come un saggio di carattere personale incentrato sulla “Fede” cristiana dell’autore e la sua passione per l’architettura e la musica. Il volume si sviluppa in due momenti principali: la prima parte, più architettonica, dove si mostrano alcune idee progettuali dell’architetto Gianluca Fedi collegate ad importanti città del mondo e una seconda parte, più riflessiva, dove si articolano esperienze personali dell’autore sviluppando fatti e concetti basati sul “Cristianesimo” concretizzato in ambito sociale, politico ed in relazione ad “Israele”.
L’autore vuole dimostrare come l’esperienza umana, sociale e culturale, si possa tradurre in “fare architettonico”, in pensiero creativo-progettuale che si articola in ide-azione cognitiva e azione comunicativa nel “Disegno” come uno dei gesti fondamentali dell’Architettura per arrivare ad un “Costruire” coerente e consapevole.
Durante la serata, Luca Innocenti illustrerà brevemente la parte finale del libro dedicata al progetto sonoro in cui è stato coinvolto, inoltrandosi nella lettura degli spartiti legati agli intermezzi musicali scritti appositamente per il libro di Gianluca Fedi.
Gianluca Fedi, architetto nato a Pistoia nel 1968 e residente a Monsummano Terme dal 1995 al 2014. Operativo nell’ambito teorico e pratico con esperienza accademica come Master internazionale alla University College di Londra, dottorato di ricerca del Politecnico di Torino e specializzazione in progettazione urbana della Regione Toscana. Esperienza pratica-professionale realizzata in varie città: Pistoia, Firenze, Roma, Torino e in Africa con vari concorsi di architettura realizzati, fra cui un secondo posto al concorso internazionale Europan; proiezione di progetti alla Biennale di Architettura di Venezia del 2000; relatore a due conferenze internazionali dell’Università Tecnion di Israele nel 2007 e 2010 ed articoli scritti su riviste di architettura come Arca, Metamorfosi.
Attualmente professore di Arte e Immagine alla scuola secondaria di primo grado di Agliana.
Luca Innocenti è nato a Firenze il 1 marzo 1990 e vive a Monsummano Terme.
Ha studiato pianoforte al Conservatorio di La Spezia conseguendo la laurea triennale e biennale specialistica sotto la Prof.ssa Costa. Ha tenuto diversi concerti con un repertorio molto vasto che spazia dal barocco alla musica contemporanea. Ha partecipato a master pianistici di concertisti di fama mondiale in Italia e all’estero. Ha eseguito oltre dieci repliche dei Carmina Burana di Orff. Collabora con diverse formazioni cameristiche prevalentemente in duo, anche con la sorella Alice, con un vasto repertorio di standard jazz arrangiati da loro stessi. Collabora come pianista in orchestra in un tour europeo eseguendo musiche di colonne sonore. E’ insegnante principale di pianoforte e basso presso la scuola di musica “V.Bellini” di Monsummano Terme, direttore della stessa scuola e filarmonica giovanile, nonchè direttore della corale “Valle dei Fiori-già Pacini” di Pescia e della Friedrich Gulda Orchestra.
Ingresso libero
Info:
Biblioteca comunale “Giuseppe Giusti”
tel. 0572 959500
biblioteca@comune.monsummano-terme.pt.it

fb: Biblioteca-Comunale-Giuseppe-Giusti


Mercoledi 18 – ore 17,00

Presentazione del libro

“Ora e sempre Resistenza” in Biblioteca

 
 
Per il ciclo Monsummano …Incontri culturali”, mercoledì 18 dicembre 2019, alle ore 17, nella sala Walter Iozzelli della Biblioteca comunale “Giuseppe Giusti”, Salvatore Settis, Claudio Rosati e Samuele Bertinelli presenteranno il libro Ora e sempre Resistenza. Memoria e parole per la Liberazione” di Samuele Bertinelli, prefazione di Claudio Rosati, postfazione di Adriano Prosperi, Settegiorni Editore 2019.
Si tratta di un testo intorno al movimento resistenziale e di liberazione nazionale dal nazifascismo, che nasce – nell’esperienza istituzionale dell’autore – da occasioni di riflessione storica e di commemorazione e celebrazione di episodi significativi riguardanti in particolare il territorio pistoiese, dalla crisi dell’Italia liberale al 25 aprile del 1945.
Resistenza e Liberazione. 31 marzo, 25 aprile, 8 settembre. Tre date che formano il calendario civile di Pistoia. Nelle stesse date, negli stessi luoghi ogni volta si forma una comunità che conferma solidarietà di intenti e valori. Nella cerimonia il passaggio del tempo o, meglio, la sua rivitalizzazione, è segnato dalle parole che hanno sempre, né potrebbe essere altrimenti, le radici nel presente.
In questo volume Samuele Bertinelli ha raccolto i discorsi dedicati, in veste di Sindaco dal 2012 al 2017, ai quattro “ragazzi della Fortezza” e alla Liberazione, cittadina e nazionale.
Samuele Bertinelli svolge attività di ricerca in ambito filosofico e storico-politico. È stato Sindaco di Pistoia dal 2012 al 2017. Durante il suo mandato la città è stata designata Capitale italiana della cultura per l’anno 2017. Ha introdotto e curato, tra l’altro, il numero 3 del 2018 dei “Quaderni del Circolo Rosselli” dedicato a “Democrazia e partiti. Per l’attuazione dell’art. 49 della Costituzione”.
Salvatore Settis è un archeologo e storico dell’arte. Dal 1985 professore di Storia dell’arte e dell’archeologia classica presso la Scuola Normale superiore di Pisa, della quale è stato anche direttore tra il 1999 e il 2010. È stato visiting professor in diverse università europee e americane, preside della facoltà di Lettere dell’Università di Pisa (1978-81) e preside della classe di Lettere alla Scuola Normale superiore (1986-89). È stato inoltre direttore del Getty Research Institute for the History of Art and the Humanities di Los Angeles (1994-99) ed è membro del consiglio scientifico dell’Istituto della Enciclopedia Italiana. Si è occupato soprattutto di storia dell’arte antica, di storia della tradizione classica e di storia dell’iconografia e dell’arte religiosa in Europa dal Medioevo al Seicento con numerose pubblicazioni. Dal 2007 al 2009 è stato Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali.
Ingresso libero
Info:
Biblioteca comunale “Giuseppe Giusti”
tel. 0572 959500
biblioteca@comune.monsummano-terme.pt.it

fb: Biblioteca-Comunale-Giuseppe-Giusti


Giovedi 19 – ore 17,00


 

 “Pomeriggi con l’arte” al Mac,n

 
 
Giovedì 19 dicembre 2019, alle ore 17, ancora un appuntamento al Mac,n per il ciclo “Pomeriggi con l’arte”, rivolto ad un pubblico adulto appassionato di storia dell’arte, a cura e con Silvia Di Paolo.
L’ultimo incontro dell’anno si intitola “Le Natività nell’arte” ed è dedicato ad uno dei temi simbolo della Storia dell’arte: la Natività. Un breve viaggio alla scoperta di diversi capolavori e interpretazioni di celebri pittori.
L’evento è gratuito, ma è obbligatoria la prenotazione, che dovrà pervenire entro le ore 12.30 di mercoledì 4 dicembre (per un massimo di 15 partecipanti).
Per info e prenotazioni: 0572 952140 (negli orari di apertura del museo) e 366 5363331
macn.villa@gmail.com


Giovedi 19 – ore 21,15

“Cabaret Modigliani: Les Italiens” al Mac,n

 
 
Secondo appuntamento con il teatro al Museo di arte contemporanea e del Novecento di Monsummano Terme giovedì 19 dicembre 2019. Alle ore 21.15 la nuova e originale piéce CABARET MODIGLIANI: LES ITALIENS di Orlando Forioso accompagnerà il pubblico in un viaggio al di là del tempo e dello spazio, catapultandolo nei primi del Novecento, tra l’Italia e la Francia.
Proprio la nazione transalpina è il Paese ospite dell’Undicesimo Premio Internazionale Biennale d’incisione “Città di Monsummano Terme” e l’omaggio del regista va alle due nazioni sorelle e a un grande artista: Amedeo Clemente Modigliani.
La scelta non è stata casuale. Infatti il 24 gennaio 2020 cade il centenario della morte di Amedeo Modigliani, detto Dedo (dalla famiglia) e Modì (dagli amici a Parigi) e il museo, un mese prima, anticipa l’evento con questo omaggio teatrale e musicale allo stesso tempo.
Irriverente, come gli artisti del primo Novecento, lo spettacolo è un “cabaret”, cioè una forma di spettacolo che mescola teatro e canzone, danza e stand up comedy.
Una performance guidata da due cantanti dalle voci straordinarie: la soprano Maryline Leonetti Metelli, che canterà le canzoni francesi di inizio Novecento ironiche, comiche o romantiche del repertorio anche di Kiki di Montparnasse e la cantautrice Giuditta Scorcelletti, che ci immergerà nell’universo dei canti popolari, e non, toscano-livornesi.
La loro presenza segnala già questa doppia vita di Modigliani, tra l’Italia e la Francia, tra l’infanzia e il contesto artistico internazionale di Parigi, tra il caciucco e la bouillabaisse.
Il pubblico itinererà all’interno del museo incontrando aspetti diversi del “conoscere Modigliani”. L’aggiunta nel titolo “Les Italiens”, segnala un percorso che il Teatro dei Garzoni intraprende sulle migrazioni, a cominciare da Amedeo Modigliani.
Il Teatro dei Garzoni vede la partecipazione degli attori Massimo Bartolesi, Paolo Bartolini, Marco Bertini, Irene Caltagirone, Stefano Del Dotto, Valentina Grazzini, Camillo Massa, Francesca Panteri, Tania Pasquinelli e Deborah Pellegrino.
Una produzione Teatro dei Garzoni in collaborazione con TeatrEuropa di Corsica, con il contributo della Regione Toscana e della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.
Ingresso gratuitoPrenotazione obbligatoria (posti limitati): 0572 952140 (negli orari di apertura del museo) oppure 366 5363331.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *