Padule di Fucecchio: visita birdwatching nell’area de Le Morette

039
 
Padule di Fucecchio: visita birdwatching nell’area de Le Morette
 
Il programma delle visite primaverili 2016 organizzate dal Centro RDP Padule di Fucecchio inizia domenica 28 febbraio (ore 9-12) con una escursione nella Riserva Naturale ed in particolare nell’area de Le Morette, raggiungibile con un bel percorso attrezzato dal Centro Visite di Castelmartini.
 

Una piacevole passeggiata su strada pianeggiante, adatta veramente a tutti, consente di ammirare paesaggi suggestivi, attraversando per un lungo tratto anche il Bosco di Chiusi con le sue querce secolari, fino ad arrivare all’antico Porto de Le Morette.
 

L’itinerario prosegue sull’argine del Terzo, ormai nel cuore della palude, per raggiungere il Casotto del Biagiotti, che da molti anni è stato adibito ad osservatorio faunistico dell’area protetta, con un’ottima visuale sugli specchi d’acqua della Riserva Naturale.
 

Anche i meno esperti, grazie alla guida di un operatore del Centro e al potente cannocchiale messo a disposizione dall’Associazione, potranno fare birdwatching imparando a riconoscere numerose specie di uccelli acquatici.

Nel mese di febbraio sono infatti presenti nella Riserva molti uccelli migratori ed in particolare tutte le anatre di superficie (Germano reale, Alzavola, Codone, Mestolone, Canapiglia ecc.) e qualche anatra tuffatrice (Moriglione, Moretta).
Oltre alle anatre, anche aironi  ed altri uccelli acquatici: per lo più si tratta di specie migratrici, ma alcune si fermano anche nella palude per nidificare, come gli Aironi cenerini che stanno già iniziando la cova nei grandi nidi sugli arbusti emergenti.

Osservando le vaste distese d’acqua è possibile assistere alle incredibili danze di corteggiamento dello Svasso maggiore, o alle acrobazie aeree di rapaci come il Falco di palude ed il Pellegrino che cercano di catturare qualche preda.
Fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo iniziano a passare anche i migratori di ritorno dai quartieri di svernamento africani, quindi con un po’ di fortuna non sono esclusi incontri con specie rare come la Gru che talvolta sosta nel nostro Padule
 

Gru (foto Gino Santini)

Gru(foto Gino Santini


.
Tutti questi uccelli acquatici approfittano dell’ambiente ricreato dagli interventi di manutenzione e ripristino ambientale effettuati nel corso degli anni all’interno della Riserva Naturale, e in cambio ci offrono uno spettacolo di incomparabile bellezza.
Il percorso pianeggiante di circa 6 km (compreso il ritorno) non presenta difficoltà particolari ma, visti i livelli idrici del periodo, sono assolutamente necessari stivali di gomma al ginocchio; consigliati naturalmente binocolo e macchina fotografica.
Il calendario degli appuntamenti primaverili prosegue fino a lgiugno con un programma di oltre 30 visite a cadenza settimanale; l’elenco completo è disponibile sulla pagina
www.paduledifucecchio.eu
Tutte le visite si svolgono con una Guida Ambientale riconosciuta ai sensi della L.R. 14/2005 ed è prevista una piccola quota di partecipazione; informazioni ed iscrizioni presso il Centro R.D.P. Padule di Fucecchio, tel. e fax 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it.
 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *