Opere di mitigazione: il Centro RDP Padule di Fucecchio a disposizione anche per…

 

 
Opere di mitigazione idraulica: il Centro RDP Padule di Fucecchio a
disposizione anche per la fase di attuazione.
 
In relazione ai lavori di mitigazione delle opere connesse alla
riorganizzazione del sistema della depurazione in Valdinievole
recentemente presentati alla stampa, e già appaltati alla ditta
vincitrice della gara appositamente indetta, il Centro di Ricerca del
Padule di Fucecchio esprime le seguenti valutazioni.

Il complesso degli interventi previsti presenta una coerenza di fondo in
quanto si prevedono due tipologie di intervento fra loro complementari:
da un lato, la realizzazione di casse (o sottobacini) e di due piccoli
invasi (uno a monte del Padule, l’altro a monte della Paduletta di
Ramone); dall’altro la realizzazione di un articolato sistema di opere
idrauliche volte a distribuire le acque provenienti dal depuratore di
Pieve a Nievole, e dagli invasi ai vari sottobacini.
Il progetto, che ha visto a suo tempo la partecipazione attiva, in sede
di progettazione di massima, del Centro di Ricerca del Padule di
Fucecchio, trae ispirazione dall’esperienza molto positiva delle opere
realizzate all’interno della Riserva Naturale.
Nelle due aree Le Morette
e Righetti infatti sono state realizzate (e/o ripristinate) arginature
perimetrali in modo da ottenere della casse, all’interno delle quali è
possibile invasare acqua (conservandola anche nelle fasi di siccità) e
regolare i livelli idrici, manovrando opportunamente le calle di
alimentazione e di scarico.

Al pari delle opere realizzate nella Riserva Naturale anche gli
interventi previsti si collocano in aree di particolare pregio e
necessitano pertanto di specifici accorgimenti tecnici di inserimento
ambientale (prescritti anche dalla Valutazione d’Incidenza) che non sono
in genere adottati nel corso di ordinari lavori di movimentazione terra.

Panorama del Padule di Fucecchio visto dal paese di Massarella


Il Presidente del Centro Rinaldo Vanni , in una prospettiva di
auspicabile collaborazione, ha dichiarato:
“Il Centro di Ricerca, come ha già fatto in passato, mette a
disposizione tutte le competenze che ha dimostrato nel tempo di avere.
Nell’ottica di collaborazione con le amministrazioni pubbliche, visto
che esso stesso ne è composto, ma soprattutto con la consapevolezza che
la conduzione operativa delle opere di mitigazione deve necessariamente
essere accompagnata da un alto grado di attenzione anche da un punto di
vista ambientale per scongiurare anche minime criticità per un habitat
così unico e delicato, mette a disposizione le sue professionalità,
ormai consolidate.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *