Giuliana Martelli

036
 

Acquarelli in Villa

 
032
 
033
034
 
La mostra di Giuliana Martelli si tiene nella Limonaia della Villa di Papiano dal 11 Luglio al 30 Agosto; nel mese di Settembre sara’ visitabile su appuntamento.
015

 
 
010
catalogo mostra giuliana martelli
2
Papiano è una piccola località situata nella zona collinare di Lam­porecchio, fra San Baronto e Porciano: un raggruppamento di case coloniche – molte delle quali sapientemente ristrutturate in tempi recenti – sovrastate, per così dire, da un’imponente costruzione si­gnorile: la “Villa dell’Americana”.

Il nome della località – Papiano – potrebbe derivare da una gens Papia, cioè da una famiglia romana che si suppone abbia avuto pos­sedimenti fondiari in questa zona.
Secondo un’altra ipotesi il piccolo centro abitato sarebbe stato così denominato, nel periodo medioevale, dai conti Guidi, probabili signori di questa zona, che avrebbero voluto così ricordare sul Mon-talbano un altro loro possedimento, chiamato appunto Papiano, nel Casentino, loro zona di origine.
 
024
 
La Villa dell’Americana a Papiano
All’interno di un giardino con notevoli esemplari di alberi ad alto fusto, si trova, imponente e signorile la Villa dell’Americana, un edificio costruito nel XVI secolo, appartenuto alla ricca e potente famiglia Torrigiani. L’edificio fu poi notevolmente modificato sul finire dell’Ottocento, facendo ampio ricorso allo stile architettonico neorinascimentale – stile assai in voga in quel periodo, per volontà dell’allora proprietaria, l’americana Laura Jonne Merrick. La villa, una costruzione compatta ma elegante, che dispone anche di un piano seminterrato, di vaste cantine e di numerosi ambienti di servizio si sviluppa su tre piani. Termina con un piano sopraelevato costituito da un grazioso loggiato aperto su tutti i lati e scandito da archi a tutto sesto poggianti su snelle colonne.
 
 
037
Immagini della Villa di Papiano, conosciuta anche come Villa Merrick o Villa dell’Americana
 
114 (Large)
023
008

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *