Chiesa di S. Giorgio a Porciano

044 (Large)
 

 Chiesa di San Giorgio a Porciano
Costituita anticamente da una cappella risalente al XIII secolo, è oggi il risultato di numerose ristrutturazioni succedutesi nel tempo ed in particolar modo nei secoli XV, XVII e XVIII. La copertura è a capriate lignee. Sulla terza trave, prtendo dall’ingresso principale, nella parte che guarda verso l’altare si trova incisa la data “1463 a di XXIIII di majo”. La Chiesa si presenta al suo interno con un’unica navata abbastanza ampia, il presbiterio delimitato da una bassa ed elegante balaustra in pietra, l’abside a pianta quadrangolare.
Numerose sono le opere d’arte presenti nella Chiesa meritevoli di considerazione: un’acquasantiera in marmo bianco, riconducibile alla fine del XV secolo o agli inizia del successivo, un ciborio in alabastro, a forma di tempietto cubico, realizzato nel 1687 e che si trova sopra l’altare maggiore, nell’altare di destra troviamo una preziosa tavola realizzata da Gerino da Pistoia nel 1520 raffigurante la “Madonna con il Bambino tra Sant’Antonio Abate e San Nicola di Bari”, nell’altare di sinistra, è posta un’opera di autore ignoto, datata 1669 raffigurante “Cristo in croce circondato da San Francesco, San Sebastiano, San Biagio e Sant’Antonio da Padova”, dietro l’altare, nella zona del coro, si trova una tela in cui sono rappresentati “san Giorgio e San Donnino”,l’opera è databile all’incirca alla seconda metà del 1600, è attribuibile ad un’artista toscana anonimo.
Interno della Chiesa
 

 
Itineray 11 – Church of San Giorgio in Porciano
Originally formed by a chapel dating back to the thirteenth century, today it is the result of several restorations happened in time and particularly in the fifteenth, seventeenth and eighteenth centuries. The covering is in wooden trusses. On the third beam, looking from the main entrance, on the side looking at the altar we see the engraved date “1463 a di XXIIII di majo”. The church inside presents a quite large nave, the presbytery delimited by a low and elegant stone banister and a quadrangular plant apse. Moreover there are several works of art in the church which deserve attention: a white marble holy-water stoup referable to the end of the fifteenth century or to the beginning of the following one, a cubic temple shaped ciborium of alabaster made in 1687 which is situated on the high altar, on the right altar we find a precious painting made by Gerino da Pistoia in 1520 portraying the “Madonna with Child between Saint Anthony the Abbot and Saint Nicholas of Bari”, on the left altar there is a painting by an unknown artist, dated 1669 and portraying “Christ on cross surrounded by Saint Francis, Saint Sebastian, Saint Blaise and Saint Anthony of Padua”, behind the altar, in the choir area, there is a painting that portrays “Saint George and Saint Donnino”; the work dates back about to the second half of the seventeenth century and it is attributable to an anonymous Tuscan painter.
 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *