Visita alla Chiesa e al Chiostro di S. Maria in Selva

073

A Santa Maria, nel luogo in cui sorse il primissimo nucleo del futuro centro abitato, si trova il convento, che, sin dalla sua fondazione nel 1272, è sempre stato retto dai padri agostiniani; ciò rivela l’importanza, anche economica, che doveva avere Borgo a Buggiano, visto che di solito i conventi degli ordini mendicanti, come appunto gli Agostiniani, erano costruiti vicino a centri notevolemente popolosi, dove la loro opera poteva essere più proficua.
 

Della costruzione originaria sono rimasti pochi resti che si possono vedere nel lato settentrionale della chiesa e nel bel chiostro rinascimentale, con i suoi ampi archi sorretti da colonne di pietra.

Della vita del convento si sa ben poco, almeno per quel che riguarda i primi secoli della sua esistenza e non si sa neppure con certezza se abbia subito danni nel corso delle dure lotte che a più riprese si scatenarono sul territorio di Borgo a Buggiano.
Sappiamo invece che, dopo essere stato soppresso nel 1808 in seguito alle leggi napoleoniche, una volta tramontato l’astro transalpino, esso fu tra i primi ad essere ripristinati, per ordine di Pio VII.
Nuovamente soppresso nel 1866, si pensò ad una sua diversa destinazione, come ad esempio adibirlo a scuola o a biblioteca, oppure crearvi una colonia agricola; tuttavia, tutti questi progetti non andarono in porto per mancanza di fondi e l’edificio rimase inutilizzato fino al 1882, quando fu acquistato da un padre agostiniano e restituito alla sua primitiva destinazione monastica.

Adattato a seminario, è stato notevolmente ampliato nel 1887 e nel 1926, ma anche in tempi recenti ha subito ulteriori restauri che ne hanno in parte trasformato la struttura.

 

059

066

069La Chiesa di S. Maria in Selva con gli affreschi recentemente restaurati


 

Il bellissimo Chiostro

CAM00361
092

 
CAM00359

Una visita interessante, che non dimenticherete…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *