046 (Large)

“Il Lago di Sibolla”

 
 
 
Visita guidata in compagnia della Guida Ambientale Alessio Bartolini nonche’ Tecnico e Ricercatore del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio.
007 (Large)
Il bacino della Sibolla, situato a circa 2,5 km. a nord-est di Altopascio, e’ costituito da un piccolo specchio lacustre  circondato da un territorio paduloso. Qui infatti si sono mantenute condizioni ambientali che hanno permesso la conservazione di una flora interessantissima, ormai quasi totalmente scomparsa altrove.
 
 
002 (Large) - Copia
 
Il laghetto di Sibolla presenta una forma allungata ed e’ diviso da una strozzatura.  Lungo circa 400 metri e largo  50, non e’ mai profondo piu’ di 3 metri. Non vi sono emissari e l’alimentazione dipende in massima parte dalle acque meteoriche.
038 (Large)
 
Esiste invece un fosso di scolo, il cosiddetto “fosso di Sibolla”,  e si tratta di un emissario artificiale, come testimonia un decreto del podesta’ di Lucca datato 22 Agosto 1263.
 
 

022 (Large)(casotto che occupa la chiusa del fosso)

Circonda lo specchio d’acqua una caratteristica formazione che prende il nome di aggallato o pollino.
020 (Large)
Tali formazioni vegetali erano un tempo comuni in tutte le paduli della Toscana e la loro pecularieta’ ha attirato l’attenzione dei naturalisti fin dal Settecento.

Gli aggallati durante i periodi di magra del Sibolla si posano sul fondo, contribuendo al naturale processo di interramento del lago che va infatti lentamente evolvendosi in torbiera.

 
Dal punto di vista botanico, sono presenti sia specie palustri che acquatiche. In copiosa quantita’ vi si trovano le ninfee sia gialle che bianche; le brasche, l’erba vescia, le callitriche, il mirofillo,eccetera.
 

 
Sebbene piu’ rara, e’ presente  anche l’aldrovanda, che e’ da considerarsi un relitto terziario accantonatosi a Sibolla poiche’, durante piu’ mesi dell’anno, le acque raggiungono una elevata temperatura – fino a 30°  – e sono poverissime di calcio.
 
Durante la visita naturalmente abbiamo incontrato anche numerose specie di uccelli, garzette,  aironi, falchi, oche eccetera.
013 (Large) - Copia
019 (Large)
029 (Large)
Le ultime immagini sono riservate alle Orchidee selvatiche, presenti in  varie specie e numerose.
035 (Large)
037 (Large)
Le notizie sopra riportate sono tratte da “Altopascio Storia e Territorio” testo  gentilmente fornito dalla Biblioteca del Comune di Altopascio.
Un particolare ringraziamento a Alessio Bartolini per la guida e le informazioni che cha fornito ai presenti.
Info per le visite guidate presso: Centro di Ricerca, Documentazione e promozione del Padule di Fucecchio Onlus, Tel. e Fax 0573 84540, e-mail fucecchio@zoneumidetoscane.it
 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *